Poesie e Racconti

PER PRI
 Si certamente si,  io mi piaccio cosi',
 non diversa da quella che sono già.
 E sono una ragazzina sbarazzina in un corpo da nonnina.
 Mi piace ridere la vita e voglio ridere la morte.
Mi piace fare festa con gli amici più sinceri, ma non amo la vita mondana e so stare sola nella mia tana.
 A volte la malinconia entra in casa mia, ma so osservare e lasciarla andare via.
Osservare, osservare e ancora osservare;
  questo è il dono più prezioso che il Maestro mi ha donato e che sta trasformando la mia vita in una  voglia di …. giocare, cantare, ridere e suonare.
   Ho  pochi compagni di gioco.
Mi diverto anche  a giocare da sola ma
chissaàààààà- qualcun altro prima o poi arriveraààààààààààààahhh:
 il gioco è lungo
è da qui all'eternitààààààààààà
àààààààhhhhhhhhhhh
Non c'è fretta, il tempo è tutto QUA.

 

UN CAPPELLO PIENO DI NULLA

In un vecchio fienile ho trovato un cappello pieno...... di nulla, ulla ulla ulla, dimenticato lì da chissà chi. Forse la Fiducia giocherellina lo ha lasciato lì, per insegnarmi  a giocare ancora e ancora alla vita. Ho guardato dentro il cappello e........ oh meraviglia sul fondo  senza fondo, c'era un coniglietto dorato che mi sorrideva beato. Dalla sua bocca un lunghissimo raggio di luce arrivava fino a me insieme alla sua voce : Salta bambina cara, non  avere paura, salta nel nulla.
Il nulla è la grande  infinita avventura.
Ci vuole Fiducia  un po' di coraggio ed un pizzico di follia; ma ti assicuro se salti non perdi proprio nulla.
  Finalmente un giorno ho preso coraggio  e senza pensare più, sono saltata nel nulla.
 E   che sorpresaaaaa!!!!!!! ….la noia, la paura, la serietà,  se ne sono andate per lasciare il posto alla Fiducia,alla Creatività, ad una Straripante Risata.
Si sta proprio bene qui  nel cappello pieno di nulla.  Vuoi che ti dica qualcosa ?Non riesco a  dirti  quasi nulla ulla ulla ulla,ma  voglio invitarti a saltare anche  tu uh uh uh  !

 


RISVEGLIO

   Che bello svegliarsi la mattina con la pioggia canterina e lasciarsi andare al suo TIC TAC TIC TAC TIC TOC TIC TOC TIC TAC.
Mi sento immersa in un mare di panna montata dove il tempo scompare e il mondo non esiste più.
Resta solo un rilassante tic tac tic tac tic toc e il mio corpo felice nel respirare.
 E mentre il respiro va giù giù, mi vedo scivolare in un tunnel colorato dove un bimbo piccino piccino dorme, cullato da un caldo bum bum bum bum,bum bum.
Dalla pancia bolle di risate salgono sù su ad illuminare il mio viso,mentre la vita continua a regalarmi il suo incessante  tic tac tic toc, tic tac tic toc, bum bum, bum bum.

 

IL GALLO PAPEROOOOOO'

 IL GALLO PAPERO'  BECCAVA QUA E LA' E NEL BECCARE QUI GLI USCI UN QUA' QUA' QUA' .
IL GALLO SI SORPRESE ED ESCLAMO' :OIBO' MA CHI ORMAI SARO'?
UN GALLO O UN PAPERO' ??????????????
LA MAMMA COCCODE' ACCORSE  SUBITO LI' E  CON IL SUO TENERO CUORE, LO   RASSICURO’  COSI':
SEI FORTUNATO,PICCINO MIO. MADRE NATURA TI HA DONATO UN INSOLITA POSSIBILITA'DI FARE SIA CHIRICCHICCHI’ SIA QUA'QUA'QUA'

SENZA ALCUNA DIFFICOLTA'AH AH AH
DIVERTITI COSI' E NON PENSARE PI'U A CHI SEI O NON SEI TU.
SEI SPLENDIDO COSI' CON IL TUO CHIRICCHICHI-
SEI SPLENDIDO COSI  CON IL TUO QUA' QUA'QUA'
E LA STORIA HA TERMINE PROPRIO QUA QUA QUA  AH AH AH

 

LA GALLINA COCCODE’

LA GALLINA COCCODE’ STA DANZANDO CON IL RE,
ED IL GALLO MERAVIGLIATO SI STA LECCANDO UN BUON GELATO.
 TUTTO  IL POLLAIO SI VESTE A FESTA, SI UBRIACA E FA LA SIESTA.
E LA VOLPE CHE E’ IN AGGUATO SI PREGUSTA UN BOCCONCINO PRELIBATO.
 QUATTA QUATTA UNO, DUE ,TRE SALTA
ADOSSO A COCCODE'.
UNO, DUE,TRE E’ TOCCATA PROPRIO A TE.
MA IL GALLO SI RISVEGLIA E COL SUO CHICCHI RICHI’ METTE IN FUGA LA MOLESTA: ED E’ ANCORA GRANDE FESTA:
 BALLI, SUONI, DANZE, MUSICA E…..,
SEI INVITATO PURE TE

 

IL  GATTO BAUBAU

 C'ERA UNA VOLTA UN GATTO CHE INVECE DI FARE MIAO FACEVA BAUBAU.
ERA UN GATTO PARTICOLARE, UN GATTO ORIGINALE.
ADESSO TI RIVELERO' LE SUE INCREDIBILI QUALITA' AH AH AH.
OGNI VOLTA CHE IL SUO PADRONE RACCONTAVA UNA BUGIA, IL GATTO BAUBAU SCOPPIAVA IN  UNA RISATA FRAGOROSA,UNA RISATA PORTENTOSA..
UNA MATTINA DEL TUTTO NORMALE IL PADRONE CHE I VICINI  CHIAMAVANO NASONE, RACCONTO' UNA BUGIA FUORI DAL NORMALE.


BAUBAU CHE  SONNECCHIAVA AI SUOI PIEDI, RIZZO' LE  LUNGHE  ORECCHIE E INCOMINCIO' A RIDERE, A RIDERE,  A RIDERE,
  I VICINI ACCORSERO STUPITI NEL VEDERE IL GATTO CHE SI ROTOLAVA DALLE RISATE INSIEME A NASONE IL PADRONE E AL PAPPAGALLO PIRIPPIPPI’ CHE VIVEVA LI'.
 LA LORO RISATA ERA  COSI'  CONTAGIOSA CHE
ANCHE I VICINI  INCOMINCIARONO A RIDERE,SENZA NESSUN MOTIVO .SENZA NESSUN PERCHE';

E LI SENTVI CANTARE A CUOR LEGGERO:
 GRAZIE BABAU DELLA TUA RISATA COSI' SPENSIERATA , UNA RISATA  LEGGERA CHE NON COSTA PROPRIO NIENTE E FA TANTO FELICE LA GENTE...
CHE FORTUNA AVER INCONTRATO UN GATTO COME TE PEREPPEPPEPPEPEEEE'.

 BAUBAU NEL SENTIRE QUELLE PAROLE EBBE UN’ IDEA GENIALE:
VIAGGIARE INTORNO AL MONDO PER LA SEMPLICE GIOIA DI RIDERE CON LA GENTE SENZA NESSUN MOTIVO SENZA NESSUN PERCHE'.
 E COSI' BAUBAU, NASONE IL PADRONE E IL PAPAGALLO PIRIPPIPI' PARTIRONO UN DI',  SU DI UNA BICICLETTA  PEDALANDO  PEDALANDO, MA NON TROPPO DI FRETTA.
MI E' ARRIVATA  VOCE CHE SONO ANCORA IN GIRO PER IL MONDO.
FORSE  ANCHE TU LI POTRAI INCONTRARE  QUALCHE VOLTA NELLE STRADE DELLA TUA CITTA' E UNIRTI A LORO CON  UNA RISATA  CHE METTA PER SEMPRE IN FUGA L'AMMALATA SERIETA  'AAAAAAAAHAAHAHA

 

ELOGIO AL CULOOOOOHHHAAAHHHHAAHHHAH

DEDICATO AD ASIA LA GATTA DI EVA KEROUAC.

NEI GIORNI SCORSI EVA VOLEVA FARE LA MEDITAZIONE KUNDALINI, MA ASIA SI E' MESSA A GIOCARE CON LEI, DANDOLE UN POTENTE MORSICONE SUL CULO AAAAAAAAHHHAAAAHH. A QUANTO PARE ANCHE LE GATTE AMANO IL MORBIDO DEL CULO, MA NON SOLO LE GATTE..........................

 

QALCHE MATTINA FA MI ARRIVA VIA FACEBOOK LA FOTO DI UNO SPLENDIDO CULO: FRESCO ,TONDEGGIANTE, NE' TROPPO GROSSO ,NE' TROPPO PICCOLO AAAAHAAAAH … MI ERO DA POCO ALZATA, NON MALE MI SONO DETTA, PER UN INIZIO DI GIORNATAAAHAAAAA.. L' UOMO CHE E' IN ME LO HA SENTITO GUSTOSO AM AM AM AM AM

 

INSOMMA ERA UN CAPOLAVORO DI MADRE NATURA. MI E' PIACIUTO GUARDARLO MENTRE MI SALIVA UN SORRISO E TANTE RISATE AAAHAAAAA...E......ANCHE SE LE PAROLE SCRITTE SOTTO ERANO UNPO' PESANTI.... MA SI SA GLI OPPOSTI SI INCONTRANO AAAHHHH........ LE RISATE SONO CONTINUATE PER UN BEL PO'. INTANTO NELLA MENTE IL FILM ERA INIZIATO CON FANTASIE,SOGNI, FOLLIEEEEEEEE. MI DOVREI FAR FARE IL LIFTING AL MIO , AAAAAHHHH HA CHE ORMAI HA LA SUA VENERABILE ETA' DI 68MILA ANNNI .

 

E' VERO E' UN CULO SAGGIO AAHAAAAAAH E RICCO DI ESPERIENZE AAAHHHA, MA NON PIU' FRESCO ,NON ' PIU' TONDO AAAHHH .. E FORSE E' DA

 

RIMODELLARE,,,,,,,,,,,,,POI HO PENSATO MA SE TIRO SU' IL CULO DEVO

 

TIRAR SU' ANCHE LE TETTE.NON POSSO AVERE IL CULO ALTO E LE,TETTE BASSE ….AAAAAA E ANCORA DEVO TOGLIERE LE RUGHE DAL VISO.... CAZZUS CLAY CHE STRESSSSSSSSSSSSS SE ASCOLTO LA MENTE. NO NO.. NO.. PREFERISCO ASCOLTARE IL CULO...

 

NON HO SPECCHI GRANDI IN CASA ,ANCHE SE SONO ANCORA VANITOSAAAAA.

 

NE HO SOLTANTO UNO IN BAGNO, PICCOLO, MA SUFFICIENTE PER VEDERE PIU' O MENO IL MIO CORPO, CULO COMPRESO..AAAAHH MI SONO GUARDATA ALLO SPECCHIO E .. HO INCOMINCIATO

 

A PRENDERMI IN GIRO,A RIDERE, RIDERE RIDERE DI ME, DEL MIO CULO QUASI DECADUTO., MA NON ANCORA DECEDUTO ,AAAAHH.AAAAHHHH

 

. E IL MIO CULO NELLA SUA SAGGEZZA MI HA SUSSURRATO :SI SI SI SONO UN CULO VIVO, VITALE, SONO DEL TUTTO NATURALE , PER FAVORE IN ME NON VOGLIO NULLA CHE SIA ARTIFCIALE........... SONO AMABILE, SONO CARINO COSI' COME SONO, ANCHE CON LA MIA ARIA UN PO' DECADUTA,

 

HO SORRISO E ….. .SI SI SI VAI BENE PROPRIO COSI' GLI HO SUSSURATO BEATAAAAAAAAAAAAAAAAAHH

 

CHE DIRE DI PIU'???????????????????????????? CUCU' CUCU' CUCU'

 

UN FRESCO ABBRACCIO A TE CHE LEGGI

 

UN GRANDE SIIIIIIIIIIII A ME STESSA

OSHO DALLE UPANISHAD:"ALCUNE PERSONE HANNO UN NO, ALTRE VIVONO NELLE DUE MENTI.DICONO SI/NO. SOLTANTO CHI HA UN SI TOTALE, ASSOLUTO E' PARTE DELLA MIA GENTE"


SI SI SI SI SISISISSISISI, ESISTENZA , DICO SI SI SI E ANCORA CENTINAIA DI TRILIONI DI VOLTE SI SI SI SI SI...... .

DOPO GRANDI IMMENSI NO A ME STESSA IN UN PASSATO ORA PER SEMPRE PASSATO, AAAAAAHHHHHH , ADESSO E' IL TEMPO DEL SI SI SI UN SI ASSOLUTO,UN ETERNO SSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAHHHHHH

".......QUESTA SEMPLICE PAROLA SI CONTIENE FIDUCIA,CONTIENE AMORE, CONTIENE L'ARRENDERSI,CONTIENE TUTTE LE PREGHIERE....SE PUOI DIRE DIRE DI SI CON LA TOTALITA' DEL TUO CUORE, HA DETTO TUTTO CIO CHE PUO' ESSERE DETTO"

THE BOOK OF WISDOM OSHO

 

IL SUICIDIO DELLA SERIETA'AAAAAAAAHHHHHH

ULTIMISSIME NOTIZIE DA BERGAMO, DALL'OSHO INFORMATION CENTER: LA SERIETA' SI E' SUICIDATA IERI POMERIGGIO IN CASA MIA, FINALMENTE E PER SEMPRE AAAHHHHH AAAHAAAAAHHHAAAAHAA .ERA DA TEMPO CHE LA INVITAVO A FARLO. DOPO UNA LUNGA E DOLOROSA MALATTIA, NON RIUSCENDO PIU' A TOLLERARE LE MIE RISATE, E' MORTA ASFISSIATAAAAHHHHH . 
CHE RISATE ASSISTERE AL SUO SUICIDIOOOOOOOOOOOHHHHHHAAAAAAAAA! BELLISSIMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
GIOVEDI' SERA CI SARA' LA CELEBRAZIONE DELLA SUA MORTE ALLE 20.30 CON LA MEDITAZIONE DELLA RISATAAAAAAHAAAAAH NATURALMENTE. 
SEI CALDAMENTE INVTATO/A. ALLELUIAAAAAAAAAHHH. TI ASPETTO CON UNA BOTTIGLIA DI CHAMPAGNE ED UNA TORTA DI MELE : LA MIA PREFERITAAAAHAAHAHAHAHAAHHAHAHA

 

"La serietà sarà considerata una malattia; la giocosità sarà simbolo di sanità mentale. 
Si avrà sempre più tempo, persino i vecchi dovranno essere come bambini che giocano. 
Solo così potranno sopravvivere, altrimenti rimarrà loro solo il suicidio".
OSHO “Ultimate Alchemy .

 


L'ALBERO IN ME
12 settembre ore 19.Sono a FUIPIANO Valle Imagna in provincia di Bergamo. La casa di vacanza dove abito ha anche un piccolo giardino ed un prato .Cammino piano piano sostenuta da un bastone su di un vialetto dove c è un piccolo pero. Alzo gli occhi lo osservo e sorrido.La luce dorata del tramonto lo illumina. Sembra un albero vecchio, fragile, sostenuto da un grosso tronco e da due bastoni più sottili che reggono i rami carichi di cosi' tanti frutti: delle belle pere gialle. Lo continuo ad osservare stupita con gli occhi del cuore e ........ meraviglia ...
vedo e sento dentro di me una invisibile ma reale affinità con l albero. Anche il mio corpo è fragile; traballante, ormai vecchio ha 75 anni di vita, ma dentro è carico di frutti come il pero. Sono i frutti di una esperienza di vita intensa ricca di tante gioie ma anche di tanto dolore, un dolore che nel tempo si è rivelato incredibilmente creativo.Come un uragano ha si distrutto, ma ha portato alla luce al tempo stesso una forza interiore, una essenzialità una leggerezza che mi aiuta a rilassarmi nel quotidiano e a trovare sempre una soluzione anche nelle situazioni più complicate . Ma non solo il dolore ha lasciato il posto ad una sana, energetica, solare risata che sdrammatizza la vita e la rende giocosa leggera, fluida. Ma qual è la chiave che ha trasformato il dolore distruttivo in dolore creativo? Questa chiave è già dentro ognuno di noi, si la possediamo già non è una mia personale ricchezza, né un mio segreto. Questa chiave la possiedi anche tu che stai leggendo,e mi auguro che tu l abbia già trovata. Ti sussurro il suo nome: si chiama Meditazione al giorno d' oggi detta anche Mindfulness.Un nome nuovo e antico al tempo stesso,usato dal Buddha più di 2500 anni fa,proprio per indicare la Meditazione cioè un semplice rilassato OSSERVARE IL RESPIRO. Amo gli alberi. Ricordo che anni fa un amico mi aveva fatto un massaggio. Mentre mi massaggiava aveva avuto la visione di un grande albero dentro il mio corpo. Negli anni passati durante il periodo estivo, accompagnavo gruppetti di persone nel bosco ad incontrare gli alberi, a fare amicizia con loro usando i nostri sensi. Li invitavo a toccare, accarezzare, abbracciare l abero rimanendo nell abbraccio almeno 15 minuti connessi con il corpo: piedi, respiro, pancia o cuore.Suggerivo di mantenere gli occhi chiusi, lasciare libere le mani di sperimentare il contatto e poi di annusarlo lasciando entrare il suo profumo.Ed infine osservare le sue forme, i suoi colori con gli occhi aperti connessi con il proprio cuore .Quando ti accosti ad un albero in totale fiducia puoi anche sentire come sta in quel momento;percepisci la sua gioia per l incontro energetico con te e senti che ti regala una grande carica energetica.Negli weekend nel bosco c era anche il tempo di fermarsi a parlare con l albero, chiedendogli, se volevi, dei suggerimenti su situazioni di vita non chiare e confuse.E l albero nel suo unico modo ti rispondeva.A Poona(India) nel Centro di Meditazione di Osho lungo la Buddha Hall, il vasto spazio dove si meditava e dove Osho teneva i suoi discorsi, era circondato da altissimi bambù e da bellissimi alberi pieni di forza. Ce n erano alcuni nn molto alti. I loro larghi rami si allungavano come robuste braccia aperte ad accoglierti.Potevi facilmente appoggiare il capo come su di un comodo guanciale.rilassare il corpo e rimanere lì in silenzio ad osservare il respiro e fonderti con l albero. Ricordo che un amico di Taiwan mi mandò un mail per salutarmi. Anche lui a Poona, alla sua partenza nn mi aveva salutato per nn disturbare il mio incontro con l albero. Nella mail mi diceva: eri così un tutt'uno con lui che mi sembrava il tuo Amato.Ed era energeticamente così : percepivo una sottile comunione energetica con lui. A Poona mi era molto facile sentirla ,soprattutto dopo avere ascoltato i discorsi di Osho.Mi sentIvo diventare l albero con le radici, i miei piedi, ben piantati a terra  

 

LEGGENDO QUESTA FRASE DI OSHO MI SONO SALITE COME LAMPI A CIEL SERENO QUESTE PAROLE: NO, PRI NON HA PROPRIO VOGLIA DI SUICIDARSI AAAAHHHAAAHAA, MA INVITERA' LA SERIETA' A FARLO.......AAAAHHHH.......